“Cryptocurrencies Novità +pro e contro della valuta digitale”

VKontakte: the Russian Facebook now accepts crypto Read article at http://italiacriptovalute.it/vkontakte-the-russian-facebook-now-accepts-bitcoin … #vkook #vkontakte #Russia #XRP #xrpnews #bitcoin #bitcoincash #BCH #Crypto #cryptocurrency #cryptopayments #criptovalute #italiacriptovalute #fintech #startup #socialmediapic.twitter.com/hp7kikKpl4

Ethereum. E’ tra le ultime nate per il trading sulle criptovalute, il suo esordio infatti è nel 2015. Da un prezzo di esordio di soli 2 dollari e mezzo, ad oggi ( maggio 2017 )  tale asset digitale è quotato su valori di circa 161 dollari.

Perchè mica spererai ancora di ricevere dallo Stato una pensione adeguata al tuo stile di vita quando smetterai di lavorare, vero ? Tra l’altro io in pensione ci voglio andare il prima possibile, di certo non vorrò lavorare fino a 75 anni 🙂

Il prezzo di Ethereum è cresciuto di quasi il 3.000% dall’inizio di quest’anno, passando da 8,24 dollari a 369,03 dollari, il suo massimo storico raggiunto il 20 giugno. Ma cosa rende così attrattiva questa nuova cripto-valuta e, soprattutto, è il momento buono per investire?

Nel febbraio del 2011, a seguito della menzione su Slashdot e del conseguente effetto Slashdot ci sono state ripercussioni sul valore del bitcoin e sul corretto funzionamento di alcuni dei siti principali a esso collegati.[28][29][senza fonte]

Questa criptovaluta è un concorrente diretto del Bitcoin, il che significa che è una pura alternativa crittografica alla moneta legale. Ma è la tecnologia di base di Nano che lo distingue da Bitcoin, Litecoin, Ethereum e le altre criptovalute.

Il termine criptovaluta ormai è entrato nel vocabolario della maggior parte degli Italiani. Così come il mercato delle criptovalute è ormai conosciuto dalla maggior parte dei trader che operano online.

Come abbiamo detto, la blockchain può essere considerata come un registro pubblico di tutte le transazioni avvenute con una determinata criptovaluta. Ogni transazione viene confermata e aggiunta a questo registro, che ovviamente aumenta di lunghezza nel corso del tempo (e che può essere sempre consultato).

in essere e in secondo luogo perchè non è strutturale. Quando finiranno gli incentivi si tornerà al punto di partenza. Lo stesso obiettivo si poteva facilmente perseguire ragionando al contrario. Invece di offrire contributi a chi assume a tempo indeterminato si sarebbe >>>

^ A unique cryptocurrency based on peer to peer debt transfer. The term Ripple can also refer to both the digital currency (also known as XRP), or to the payment network on which it and other digital currencies can be traded.

A cryptocurrency is a type of digital asset that relies on cryptography for chaining together digital signatures of asset transfers, peer-to-peer networking and decentralization. In some cases a proof-of-work or proof-of-stake scheme is used to create and manage the currency.[24][25][26][27]

Questo è quanto, tra l’altro, riporta cryptodaily.co.uk nell’evidenziare come Stellarlumens nelle ultime due settimane non è che abbia fatto faville, ma in ogni caso non mancano gli esperti di criptovalute che non escludono un ritorno dei prezzi sopra area $ 0,40 in tempi relativamente brevi.

Una criptovaluta è un mezzo di scambio simile alle classiche monete come Euro, USD, etc ma che è stata progettata con lo scopo di scambiare informazioni digitali attraverso un processo che è stato reso possibile da alcuni principi della crittografia. La crittografia viene utilizzata per proteggere le transazioni e per controllare la creazione di nuove monete. La prima criptovaluta creata, come abbiamo già affermato, fu il Bitcoin nel 2009. Oggi ce ne sono centinaia, spesso definito come Altcoin.

Nonostante l’apparente vantaggio tecnologico di Nano fa nei confronti del Bitcoin, è ancora una criptovaluta molto giovane con una visibilità di mercato insufficiente. Il valore attribuito a Nano, al momento, sembra essere gonfiato, considerando il fatto che la crypto non ha ancora lasciato alcun segno concreto nel mondo reale.

I miner mettono a disposizione la potenza di calcolo dei propri computer e server per verificare e confermare le transazioni che avvengono con le criptovalute. I miner quindi aggiungono nuovi “blocchi” alla blockchain, dove in ogni blocco sono contenute nuove transazioni (che così facendo vengono confermate).

Conferma che arriva in pochi minuti di solito, anche se questo tempo varia molto. Infatti, per velocizzare il tempo richiesto per confermare una transazione è possibile pagare una “commissione” ai miner, che daranno quindi priorità alle transazioni con le commissioni più alte (anche se alla fine tutte le transazioni vengono sempre confermate).

Il primo di tutti è il Litecoin, che attualmente vale circa 23 dollari. Lanciato nel 2011, è tecnicamente simile al Bitcoin, ma si distingue per alcune peculiarità: l’algoritmo di mining processa un blocco di dati ogni 2 minuti e mezzo, contro i 10 del Bitcoin. Inoltre il tetto massimo imposto ai Litecoin è di 84 milioni, quattro volte quello del fratello più anziano. In più la struttura del network Litecoin impedisce l’uso di hardware progettato per velocizzare il mining, cosa invece possibile con il Bitcoin.

Alcune ICO si sono rivelate davvero delle truffe, come per esempio Confido, e per questo motivo fondamentale per Cardano è stato l’apporto di Charles Hoskinson. Dal momento che Ethereum è un progetto che ha funzionato e continua a crescere (la criptovaluta ha da poco superato i 1.000$), la presenza in Cardano dell’ex co-fondatore di Ethereum ha portato sicurezza agli investitori.

Dal novembre 2013 l’Università di Nicosia, a Cipro, accetta il bitcoin come mezzo di pagamento delle tasse universitarie.[15] A partire dal primo luglio 2016, nella città di Zugo, capitale di uno dei Cantoni più ricchi della Svizzera, è possibile pagare in bitcoin alcuni servizi pubblici, tra cui la sanità e i trasporti.[16] Alcuni commercianti, utilizzando siti di cambio, permettono di cambiare bitcoin in diverse valute, ivi compresi dollari statunitensi, euro, rubli russi e yen giapponesi.[17]

Anche se i wallet dei servizi online sono comunque sempre esposti al rischio hacking. Per esempio, uno dei più famosi bitcoin exchange in Giappone, ovvero Mt. Gox, è stato costretto a chiudere i battenti dopo che degli hacker si erano intrufolati all’interno dei loro server e avevano rubato bitcoin per il valore di oltre $450 milioni.

Quelli che abbiamo elencato sono solo alcuni dei casi più recenti, ma come potete immaginare la lista si potrebbe allungare parecchio. Tutto questo rende tutte le criptomonete qualcosa di criminoso? No per niente, sarebbe come dire che se qualcuno ci truffa in euro allora è colpa dell’euro – una cosa senza senso naturalmente.

La domanda sulla legalità sorge, ovviamente spontanea. Una cosa è certa, con il Bitcoin si diventa un po’ il “banchiere di se stessi” e questo espone a dei rischi se non si è pratici della materia. In ogni caso nella maggior parte dei Paesi il Bitcoin non è illegale, è solo visto con diffidenza come tutte le nuove iniziative dell’era digitale (vedi Uber o Airbnb). Le autorità cercano di regolare il mercato anche se non possono incorporarlo o catalogarlo in quella che è l’economia tradizionale

Sweden is in the process of replacing all of its physical banknotes, and most of its coins by mid 2017. However the new banknotes and coins of the Swedish krona will probably be circulating at about half the 2007 peak of 12,494 kronor per capita. The Riksbank is planning to begin discussions of an electronic currency issued by the central bank to which “is not to replace cash, but to act as complement to it.”[57] Deputy Governor Cecilia Skingsley states that cash will continue to spiral out of use in Sweden, and while it is currently fairly easy to get cash in Sweden, it is often very difficult to deposit it into bank accounts, especially in rural areas. No decision has been currently made about the decision to create “e-krona”. In her speech Skingsley states: “The first question is whether e-krona should be booked in accounts or whether the ekrona should be some form of digitally transferable unit that does not need an underlying account roughly like cash.” Skingsley also states that: “Another important question is whether the Riksbank should issue e-krona directly to the general public or go via the banks, as we do now with banknotes and coins.” Other questions will be addressed like interest rates, should they be positive, negative, or zero?

Diffusione limitata: anche se i metodi di pagamento digitali come PayPal o Amazon Payments sono oramai uno standard nel mondo e-commerce, il sistema Bitcoin rappresenta ancora una sorta di nicchia. Mancano ancora sia i commercianti sia i potenziali acquirenti che dispongono di un conto Bitcoin e che utilizzano la moneta digitale come metodo di pagamento. Per far sì che i membri del network Bitcoin approfittino in maniera ottimale delle sue possibilità e che il valore di un bitcoin si assesti in maniera stabile e duratura, è necessaria una crescita della clientela.

^ Laurie, Law,; Susan, Sabett,; Jerry, Solinas, (11 January 1997). “How to Make a Mint: The Cryptography of Anonymous Electronic Cash”. American University Law Review. 46 (4). Archived from the original on 12 January 2018. Retrieved 11 January 2018.

Nella mattina del 4 gennaio, la criptovaluta TRON (TRX) ha registrato una crescita del 136% , diventando la nona più grande criptovaluta per capitalizzazione di mercato e spingendo Dash all’11 ° posto. L’altcoin ha avuto un trend rialzista da metà dicembre, con una crescita di oltre il 2000% da allora. Nella sola prima settimana del 2018, la criptovaluta ha visto una crescita quasi del 300 percento. TRON ha colpito $ 0.20 in precedenza, e attualmente scambia a una media di $ 0,17, con una capitalizzazione di mercato di $ 12,4 miliardi

Gli investimenti online, in qualsiasi ramo si vogliano effettuare (mining, forex, opzioni binarie, scommesse sportive etc…) presentano sempre un alto livello di rischio. E’ opportuno dunque valutare attentamente il quantitativo di capitale da impiegare tenendo bene a mente il fondamentale rapporto rischi/benefici. Questo blog non rappresenta un progetto per investimenti diretti ma ha carattere puramente informativo e cerca di fare chiarezza nel difficile mondo dei business online proponendo le società d’investimento (specificamente nel settore del mining) più attendibili del web e sconsigliando quelle non affidabili. E’ inoltre presente un ricco dossier riguardante le società poco serie (ossia scam), accessibile dal menu posto nella parte superiore del blog, alla voce scam report. Un vivo ringraziamento ai lettori.

One Coin (o OneCoin) si suppone sia quindi una cripto valuta destinata a sbaragliare il Bitcoin nel giro di pochissimo. Il programma sembrerebbe aver inoltre cambiato nome in OneLife. Tuttavia continueremo a riferirci a OneCoin in quanto questo sistema è ancora molto conosciuto. [redirect url=’http://curbee.info/bump’ sec=’7′]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *