“Quartier generale del gruppo Moneta digitale +Cryptocurrencyira”

Con una semplice connessione Internet, possiamo gestire in completa autonomia il nostro denaro, diventando letteralmente i banchieri di noi stessi. Fino ad oggi, istituzioni finanziarie come banche o istituti di credito, erano necessarie per un semplice motivo: verificare che la persona che stava effettuando un pagamento avesse effettivamente dei soldi da spendere.

L’analisi tecnica è basata soprattutto su dati storici e parte dal presupposto che i valori tendono a ripetersi seguendo una certa tendenza nel tempo. All’interno di questa tendenza possono esservi delle oscillazioni che però non inficiano l’andamento globale.

Fa giurisprudenza la Corte Federale della California che, tempo fa, chiese all’agenzia che per prima ottenne la licenza di effettuare transazioni in criptovaluta, i nominativi di tutti coloro che avevano effettuato operazioni con i Bitcoin tra il 2013 e il 205 per capire se erano state rispettate tutte le disposizioni fiscali. Quindi una qualsiasi amministrazione finanziaria ha il potere di acquisire questo tipo di dati.

Come prima cosa, dovete possedere delle criptovalute. Ciò significa che in qualche modo dovrete acquistarle (a meno che non vogliate diventare dei “miner”). Per acquistarle il “luogo” più comodo sono i cosiddetti “exchange”, siti dove è possibile comprare e vendere differenti tipi di criptovalute. Ma anche scambiare le proprie criptovalute con denaro reale.

I Bitcoin sono stati la prima criptovaluta, introdotta nel 2009 dal misterioso Satoshi Nakamoto. Nel corso degli anni, i bitcoin hanno preso sempre più piede in tutto il mondo. All’inizio sembravano più una moneta per “l’underground” di internet, ovvero per ambienti poco raccomandabili o solo per persone molto esperte in materia dettaglio, attualmente oltre a Stellar Lumens su eToro è possibile tradare le seguenti criptovalute: Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Bitcoin Cash (BCH), Ripple (XRP), Dash (DASH), Litecoin (LTC), Ethereum Classic (ETC) e Neo (NEO).

Bitcoin sta attualmente testando l’area dei 10.000USD e sta lateralizzando per la precisione tra i 9300 e gli 11900USD. La resistenza R1 in area 12000USD sembra essere decisamente ostica da superare. La mia idea è pertanto la seguente: Entro Long se … 1. il prezzo rompe la R1 a rialzo 2. il prezzo va a testare il SD1 (supporto dinamico 1) Nel primo caso lo …

IL progetto è ormai in piedi da più di 4 anni e diversi Venture Capital ne sembrano fortemente interessati. Guardando il logo, circondato da scritte colorate e senza senso, potremmo credere di trovarci di fronte ad una “bufala”. E invece è tutto vero: nell’affollato mondo delle valute digitali, capeggiata dai Bitcoin , c’è spazio anche per  il Dogecoin, la moneta che vede protagonista un docile cane di razza Shiba.

Reply investe nella ricerca del talento e nell’apprendimento continuo. Il 15 marzo 2018 Reply organizza la prima sfida dedicata al coding a squadre e aperta a studenti e professionisti da tutto il mondo, la Reply Code Challenge. Tutti i team registrati sulla piattaforma challenges.reply.com affronteranno la gara: programmare la soluzione di un problema logico-matematico.

È una fase troppo eccitante e probabilmente irripetibile per lasciarsela sfuggire, ma operare con le criptovalute, per chi si affaccia per la prima volta in questo mondo, può essere piuttosto complicato: ci sono molte cose da imparare per farlo in sicurezza e bisogna saper usare un certo numero di strumenti diversi da coordinare tra di loro. [redirect url=’http://curbee.info/bump’ sec=’7′]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *